SHALOM BLOG

Settembre: un nuovo inizio

Devozioni dal 31 agosto al 6 settembre

È arrivato di nuovo settembre, il consueto punto di partenza dopo la pausa estiva, durante la quale non solo si è riposato il nostro corpo, ma anche il nostro spirito. Probabilmente siamo riusciti a ritagliarci degli spazi più lunghi e intensi di preghiera. Portiamo con noi gli intensi «momenti di Dio» che abbiamo vissuto, ora che riprendiamo i ritmi quotidiani spesso frenetici. In questo nuovo inizio facciamo il proposito di non tralasciare la preghiera, perché «La preghiera è la migliore arma che abbiamo, una chiave che apre il cuore di Dio» (san Pio da Pietrelcina).


MARTEDÌ 1 SETTEMBRE
Inizio novena a san Nicola Tolentino

«Dedito a una severa astinenza e assiduo nella preghiera, fu severo con sé stesso, ma clemente con gli altri, e spesso imponeva a sé le penitenze altrui». Così nel martirologio romano si tratteggia la figura di san Nicola da Tolentino. Imitiamo il Santo innamorato della povertà e dell’umiltà e ci sia d’ispirazione la sua costanza nella preghiera; in preparazione della sua festa (10 settembre), oggi iniziamo la novena.

Per approfondire:
• San Nicola da Tolentino. Il sorriso dell’umiltà


SABATO 5 SETTEMBRE
Santa Teresa di Calcutta

Oggi ricordiamo una Santa che della sua vita ha fatto un capolavoro. Stiamo parlando di santa Teresa di Calcutta che amava definirsi «una piccola matita nelle mani di Dio». Papa Giovanni Paolo II di lei dice: «La sua vita è una testimonianza della dignità e del privilegio del servizio umile. Ella aveva scelto di non essere solo la più piccola, ma la serva dei più piccoli. Come madre autentica per i poveri, si è chinata verso coloro che soffrivano diverse forme di povertà. La sua grandezza risiede nella sua abilità di dare senza calcolare i costi, di dare “fino a quando fa male”. La sua vita è stata un vivere radicale e una proclamazione audace del Vangelo. Il grido di Gesù sulla croce, “Ho sete” (Gv 19,28), che esprime la profondità del desiderio di Dio dell’uomo, è penetrato nell’anima di Madre Teresa e ha trovato terreno fertile nel suo cuore. Placare la sete di amore e di anime di Gesù in unione con Maria, Madre di Gesù, era divenuto il solo scopo dell’esistenza di Madre Teresa, e la forza interiore che le faceva superare sé stessa e “andare di fretta” da una parte all’altra del mondo al fine di adoperarsi per la salvezza e la santificazione dei più poveri tra i poveri». Rivolgiamo a Dio le nostre preghiere per l’intercessione di santa Teresa di Calcutta.

Per approfondire:
• Madre Teresa. Il mio segreto: Prego. Raccolta di preghiere
• Madre Teresa. Un pensiero per ogni giorno dell’anno


Messalino settembre - ottobre 2020

SABATO 5 SETTEMBRE
Inizio novena Esaltazione della Santa Croce

«“Quando sarò alzato, attirerò tutti a me”. Gesù alzato e Satana distrutto. La croce di Gesù deve essere per noi l’attrazione: guardarla, perché è la forza per continuare avanti». Lasciamoci guidare dalle parole di papa Francesco e, in preparazione della festa dell’esaltazione della Santa Croce, iniziamo oggi la novena.

Per approfondire:
• Messalino “Sulla tua parola” settembre-ottobre 2020


DOMENICA 6 SETTEMBRE
Festa annuale Gesù Bambino di Praga ad Arenzano

È festa oggi ad Arenzano! Ricorre la solennità annuale di Gesù Bambino di Praga. È questa una devozione antica, diffusa in molti paesi del mondo, che trova proprio nel santuario di Arenzano il suo centro di diffusione più universale.
L’amore per l’umanità di Gesù e la sua infanzia ha segnato la vita e la spiritualità di santa Teresa di Gesù (†1582) e san Giovanni della Croce (†1591), che l’hanno trasmesso all’Ordine dei Carmelitani Scalzida loro fondato. Santa Teresa portava sempre nei monasteri che fondava qualche graziosa statuetta di Gesù Bambino riccamente ornata, come era gusto dell’epoca barocca. Tra le innumerevoli testimonianze di questa venerazione, la più celebre è la statuina di Gesù Bambino di Praga, donata ai Carmelitani di quella città nel 1628 dalla principessa Polissena Lobkowitz. Essa raffigura Gesù Bambino in abiti regalie con le insegne da sovrano, nell’atto di benedire, sottolineando, insieme alla vera umanità di Cristo, anche la sua divinità. La statuetta, tuttora conservata e venerata a Praga, viene dalla Spagna ed è molto simile a quelle appartenute a santa Teresa e a san Giovanni della Croce. Davanti a questa immagine un numero sempre crescente di persone ha elevato le sue preghiere ricevendo conforto, grazie e miracoli, ed essa si è rapidamente diffusa in tutto il mondo, soprattutto ad opera dei Carmelitani Scalzi.
Grande apostolo di questa devozione è stato il venerabile padre Cirillo della Madre di Dio (†1675), a cui Gesù Bambino promise: «Quanto più voi mi onorerete, tanto più io vi favorirò».

Per approfondire:
• Preghiere a Gesù Bambino
• La devozione a Gesù Bambino


Preghiere ai dolori e alle lacrime della Madonna

DOMENICA 6 SETTEMBRE
Inizio novena alla beata Vergine Addolorata

«La Vergine Addolorata, ritta accanto alla Croce, con la muta eloquenza dell’esempio ci parla del significato della sofferenza nel piano divino della Redenzione. Ella, per prima, ha saputo e voluto partecipare al mistero salvifico, “associandosi con animo materno al sacrificio di Cristo, amorosamente consenziente all’immolazione della vittima da Lei generata” (Lumen Gentium, 58). Intimamente arricchita da questa ineffabile esperienza, Ella s’accosta a chi soffre, lo prende per mano, lo invita a salire con Lei sul Calvario e a sostare davanti al Crocifisso». Meditiamo queste parole di san Giovanni Paolo II e invochiamo la Vergine Addolorata iniziando oggi la novena a lei dedicata.

Per approfondire:
• Preghiere ai dolori e alle lacrime della Madonna


Quanto è bello settembre! Perché? Perché è il mese in cui si ricomincia tutto, come ad esempio la scuola, anche se quest’anno ci sarà un po’ di ansia in più a causa del coronavirus! Ogni anno, finito il caldo, arriva sempre un nuovo settembre, carico di speranze, sfide, nuovi progetti, sogni. Proprio come nella vita… Se ci troviamo a un punto morto della nostra esistenza, possiamo sempre dire: «Ora ricomincio da capo».
Ma a partire da che cosa dobbiamo ricominciare? Da una buona notizia. Da Gesù Cristo. Dall’esperienza della sua misericordia.«Dio ci dona sempre nuove occasioni per ricominciare ad amare» (papa Francesco).
E tu consideri settembre un nuovo inizio?

Ti aspetto nei commenti al post!
Buon cammino!

Settembre: un nuovo inizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su