SHALOM BLOG

«Dio può far germogliare fiori tra le rocce» – Devozioni dall’8 al 14 marzo 2021

San Giuseppe

«Dio può far germogliare fiori tra le rocce»: la vita di ciascuno di noi può ripartire miracolosamente, se troviamo il coraggio di viverla secondo ciò che ci indica il Vangelo. Questa è la certezza che deve accompagnarci anche quando tutto sembra avere preso una piega sbagliata. Papa Francesco nella lettera apostolica “Patris corde”, dedicata a san Giuseppe, scrive: «Sono a volte proprio le difficoltà che tirano fuori da ciascuno di noi risorse che nemmeno pensavamo di avere. Lungi da noi… il pensare che credere significhi trovare facili soluzioni consolatorie. La fede che ci ha insegnato Cristo è invece quella che vediamo in San Giuseppe, che non cerca scorciatoie, ma affronta “ad occhi aperti” quello che gli sta capitando, assumendone in prima persona la responsabilità».
In questa settimana impegniamoci a imitare le virtù di san Giuseppe e a vivere anche noi “ad occhi aperti”!

MERCOLEDÌ 10 MARZO
Inizio novena a san Giuseppe

Iniziamo oggi la novena a san Giuseppe in vista della solennità del 19 marzo. Invochiamolo con fiducia, prendiamolo come modello a cui ispirarci nella vita di tutti i giorni. La sua obbedienza pronta e il suo “sì” all’opera della redenzione, ispiri anche a noi prontezza nella nostra risposta a Dio. «Che san Giuseppe diventi per tutti un singolare maestro nel servire la missione salvifica di Cristo, compito che nella Chiesa spetta a ciascuno e a tutti: agli sposi ed ai genitori, a coloro che vivono del lavoro delle proprie mani o di ogni altro lavoro, alle persone chiamate alla vita contemplativa come a quelle chiamate all’apostolato» (Redemptoris custos, 32).

Per approfondire:
• Preghiere a san Giuseppe
• In onore di San Giuseppe. Novena, Sacro Manto, Dolori e Gioie
• San Giuseppe. Fatto religioso e teologia
• Patris corde
• Redemptoris Custos


VENERDÌ 12 MARZO
San Luigi Orione

Don Luigi Orione è «uno stratega della carità», il suo cuore è «senza confini, perché dilatato dalla carità di Cristo». Quest’umile figlio di un selciatore proclama che «solo la carità salverà il mondo».
Vive la sua straordinaria avventura di cristiano e di sacerdote percorrendo le strade del mondo, a contatto diretto e coinvolgente con gli uomini senza distinzione di razza, nazionalità, religione o credo politico. Il suo fuoco interiore, la sua forza straripante della carità, il suo grido e la sua opera a difesa dei deboli, dei poveri, degli emarginati, hanno segnato positivamente la storia. Sacerdote secondo il cuore di Dio, scrive: «Preservatemi, o mio Dio, dalla funesta illusione, dal diabolico inganno che io prete debba occuparmi solo di chi viene in chiesa e ai sacramenti, delle anime fedeli e delle pie donne. Certo, il mio ministero riuscirebbe più facile, più gradevole, ma io non vivrei di quello spirito di apostolica carità verso le pecorelle smarrite, che risplende in tutto il Vangelo. Solo quando sarò spossato e tre volte morto nel correre dietro ai peccatori, solo allora potrò cercare qualche po’ di riposo presso i giusti. Che io non dimentichi mai che il ministero a me affidato è ministero di misericordia, e usi coi miei fratelli peccatori un po’ di quella carità infaticata, che tante volte usaste verso l’anima mia, o gran Dio».
Approfondiamo la vita di questo straordinario sacerdote e invochiamo fiduciosi la sua intercessione.

Per approfondire:
• Don Orione. Dare la vita cantando l’amore


Ci ricorda papa Francesco che «la Quaresima è una discesa umile dentro di noi e verso gli altri. È capire che la salvezza non è una scalata per la gloria, ma un abbassamento per amore. È farci piccoli. In questo cammino, per non perdere la rotta, mettiamoci davanti alla croce di Gesù: è la cattedra silenziosa di Dio».  Continuiamo a camminare in questo tempo di Quaresima con lo sguardo rivolto al Crocifisso, in vista della luce del Risorto.

Buon cammino!

«Dio può far germogliare fiori tra le rocce» – Devozioni dall’8 al 14 marzo 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su