Il Rosario. Una preghiera che non smette di stupire

Il Rosario. Una preghiera che non smette di stupire

Beato Alano della Rupe

Il Rosario è una preghiera unica. Permette di contemplare la vita di Gesù insieme alla persona che lo conosce come nessun altro: Maria. Ripentendo le Ave Maria, si entra nella dimensione pura dell’amore, lì dove le parole si ripetono sempre uguali perché è solo una la cosa importante da dire: «Ti amo!»: 10, 20, 30… volte. E mentre si fa la propria dichiarazione d’amore la mente torna alla storia che sottende quel “ti amo”: quando ci si è incontrati la prima volta, i momenti vissuti insieme, la gioia dell’essersi incontrati… Questo è il Rosario, la preghiera che racconta la storia d’amore con Gesù attraverso gli occhi di Maria.

Una preghiera necessaria per l’umanità

Il Rosario è una preghiera che attinge al Vangelo ed è un’arma per il combattimento spirituale, soprattutto in questi tempi nei quali siamo chiamati a scegliere tra la luce e le tenebre.
La Vergine Maria, in diverse apparizioni, ha indicato il Rosario come la preghiera più necessaria per l’umanità. Nella metà del XIX secolo la Madre di Dio apparve a Lourdes con una lunga corona del Rosario pendente dal suo braccio.
Nel 1917 apparve a Fatima e, in ciascuna delle sei apparizioni, invitò a pregare il santo Rosario ogni giorno. Successivamente suor Lucia di Fatima, una persona a cui dare fiducia, disse:  «Non c’è problema, vi dico, per quanto difficile, che non possa essere risolto dalla recita del santo Rosario».

Le promesse al beato Alano della Rupe

Ma il Rosario, con le caratteristiche che conosciamo, ha avuto la sua massima diffusione nel XV secolo grazie al beato Alano della Rupe che ha chiamato questa preghiera il “Salterio della Vergine”. Questo domenicano ricevette direttamente dalla Madre di Dio quindici bellissime promesse legate alla recita de Rosario:

  1. Chi mi servirà costantemente, recitando il mio Rosario, riceverà grazie speciali.
  2. A tutti coloro che devotamente reciteranno il mio Rosario prometto la mia specialissima protezione e grandi grazie.
  3. Il Rosario sarà un’arma potentissima contro l’Inferno, distruggerà i vizi, dissiperà il peccato, abbatterà le eresie.
  4. Esso farà rifiorire le virtù e le opere sante, otterrà ai fedeli copiose misericordie da Dio e sottrarrà i cuori degli uomini dall’amore del mondo e delle sue vanità all’amore di Dio, e li eleverà al desiderio delle cose eterne. Quante anime si salveranno con questo mezzo!
  5. L’anima che a me si raccomanda con il mio Rosario non perirà.
  6. Chiunque reciti devotamente il santo Rosario con la considerazione dei misteri non verrà abbandonato dal Signore: non perirà di morte improvvisa, quando si trova in disgrazia di Dio; ma si convertirà se peccatore, e si conserverà in grazia se giusto, e sarà fatto degno della vita eterna.
  7. I veri devoti del mio Rosario non morranno senza i sacramenti.
  8. Voglio che coloro i quali recitano il mio Rosario abbiano in vita il lume e la pienezza delle grazie, e in morte siano ammessi a partecipare ai meriti dei beati nel Paradiso.
  9. Ogni giorno libero dal Purgatorio le anime devote al Rosario.
  10. I veri figli del mio Rosario godranno una grande gloria in cielo.
  11. Tutto quello che chiederai per esso lo otterrai.
  12. Coloro che propagano il Rosario saranno da me soccorsi in ogni loro necessità.
  13. Io ho ottenuto da mio Figlio che tutti i sostenitori del Rosario possano avere come intercessori tutta la corte celeste in vita e in morte.
  14. Coloro che recitano il mio Rosario sono miei figli e fratelli di Gesù Cristo.
  15. La devozione al mio Rosario è un grande segno di predestinazione.

Proviamo, allora, a fare del Rosario la nostra preghiera personale quotidiana e vedremo fiorire meraviglie nelle nostre giornate; e se pensiamo di non avere tempo impariamo a “riempire” con il Rosario i tanti spazi vuoti che abbiamo durante la giornata: mentre guidiamo, quando aspettiamo qualcuno, in fila alla posta o al supermercato. Gesù e Maria diventeranno gli amici che ci fanno sempre compagnia e ogni istante diventerà ricco di senso!


Il Rosario. Una preghiera che non smette di stupire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Le tue preferenze cookie

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookies per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookies se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Salva
Rifiuta