SHALOM BLOG

L’amicizia ai tempi del Covid

Amici

Nel periodo che stiamo vivendo, dominato dall’emergenza sanitaria, siamo stati costretti a sacrificare le nostre relazioni più intime per salvaguardare la salute di noi tutti.
Così abbiamo sottratto tempo anche agli amici, nonostante la loro importanza; sopraffatti dalla paura, ci siamo isolati in noi stessi; alcuni hanno trovato rifugio nei social. Abbiamo così avvalorato l’immagine dell’uomo come essere individualista, tralasciando quanto l’amicizia sia importante per la crescita personale di ognuno di noi.
L’amicizia, infatti, consiste nell’aprire il nostro cuore a chi ci è accanto, nell’avere fiducia in lui; presuppone rispetto ed è il sentimento d’amore più sincero che possa esistere, l’unico che non pretende nulla in cambio.

Anche Gesù, nella sua vita, ha avuto accanto dei veri amici. Possiamo ricordare Lazzaro, Marta, Maria e gli apostoli. Giovanni nel suo Vangelo (11,1-44) ci narra di come Gesù pianga e si commuova per la morte di Lazzaro e del miracolo della risurrezione del suo amico; ci riporta anche il bellissimo discorso di Gesù ai suoi apostoli quando afferma: «Vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi» (15,15).

Sant’Agostino dedica delle bellissime pagine delle Confessioni all’importanza dell’amicizia e a quanto sia difficile trovare un vero amico e distinguerlo fra gli altri. Egli scopre ben presto che esistono due tipi di amicizia: una egoista, che esclude Dio e cerca solo la propria realizzazione, e un’altra che ha come oggetto finale Dio: in questo tipo di relazione ci si spoglia di sé stessi e si amano gli amici in Dio.

In alcuni testi tratti dalle Lettere di san Francesco di Sales riscopriamo che amicizia significa appartenere gli uni agli altri, che l’amicizia è un dono di Dio. L’amico ci è donato dal Signore, affinché ci prendiamo cura di lui, lo sosteniamo, ci lasciamo aiutare e instauriamo con lui un dialogo cuore a cuore.

Consapevoli dell’importanza dell’amicizia, non lasciamo annegare la nostra società nell’individualismo, ma contribuiamo a cambiarla, affrontando le sfide della vita stringendo la nostra mano a quella di un amico!


L’amicizia ai tempi del Covid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su