SHALOM BLOG

Il prezioso messaggio di san Francesco di Sales

San Francesco di Sales

A 400 anni dalla sua morte, Francesco di Sales ha ancora qualcosa da dirci? La risposta a questa domanda è sì, ne sono certo. Potremmo citare la Filotea, in cui Francesco ci aiuta a capire che si può essere cristiani, cioè appartenere a Cristo, e si può essere felici anche attraverso una famiglia, un lavoro, degli impegni quotidiani, o le sue Lettere che ci guidano alla scoperta della bellezza dell’amicizia. 

Un messaggio soprattutto continua a mandarci Francesco: per essere felici basta vivere l’ordinario in maniera straordinaria, cioè uniti a Gesù! Allora, vuoi farti attirare da Dio oltre la mediocrità e le mezze scelte? Ecco il Teotimo (= persona innamorata di Dio). Il tema fondamentale di questo testo è l’Amore, proprio quello con la «A» maiuscola, non le sue contraffazioni. Oggi questa parola viene intesa in mille modi, spesso differenti se non contrastanti tra loro. 

Prova a fermarti un attimo e a chiederti: «Oggi, nel mio quotidiano, ho bisogno di comprendere meglio cosa significhi amare?». Se desideri qualche parola saggia su di te, sulla relazione con tua moglie, con tuo marito, sull’educazione dei tuoi figli, Francesco ti accoglie ben volentieri e dalle pagine di Teotimo continua, ancora oggi, a indicarti la strada. Immagina, per esempio, di poterlo incontrare e di essere talmente arrabbiato con te stesso (o nei confronti degli altri) e deluso per i tuoi sforzi che vanno a vuoto, tanto da entrare nella sua stanza sbattendo la porta. Francesco, alla tua invocazione: «Aiutami ad amare!», si limiterebbe a suggerirti pacatamente «Comincia a chiudere piano la porta».

don Paolo Mojoli sdb



Il prezioso messaggio di san Francesco di Sales

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su